Claudio Alvarado

In cima al mondo

5 febbraio 2020

Gli specialisti del movimento terra Movitec stanno testando un PowerROC T25 DC nelle condizioni più difficili immaginabili, costruendo una strada verso l'osservatorio più alto del mondo.

Al momento della visita di Mining & Construction, il lavoro è completato per circa il 70% sulla strada che deve essere larga e liscia abbastanza da portare uno specchio impeccabile di sette metri di diametro fino alla cima del monte Chajnantor nel Cile settentrionale, più di 5.600 metri sopra il livello del mare.

 

L'osservatorio di Tokyo Atacama, finanziato dall'Università di Tokyo, offrirà un giorno viste impareggiabili dell'universo, che potrebbero contribuire a determinare la sua età. Secondo il contract manager Claudio Alvarado, le principali sfide per il team di costruzione strade sono la mancanza di ossigeno e le condizioni meteorologiche estreme incontrate ad altitudini così elevate.

 

Il mal di montagna può causare mal di testa, vomito e, in casi estremi, edemi polmonari potenzialmente fatali. Ma anche un breve svenimento può essere fatale sulla montagna. Ogni lavoratore deve portare con sé la propria riserva di ossigeno e sottoporsi a controlli medici più volte al giorno da parte dell'infermiere in loco. L'altitudine elevata comporta anche condizioni meteorologiche estreme: Di notte, le temperature sono talmente basse che i riscaldatori devono essere utilizzati per impedire il congelamento dei fluidi, mentre l'inverno scorso, le forti nevicate hanno causato la chiusura del progetto per sei settimane.

A gennaio, Movitec ha preso possesso di un PowerROC T25 DC Epiroc per aiutarli a gestire la difficile geologia della montagna.

PowerROC T25 DC nel Cile settentrionale

Quale ruolo svolge il PowerROC T25 DC nel progetto?

"Abbiamo molte rocce di grandi dimensioni che dobbiamo rimuovere. Tuttavia, non possiamo utilizzare esplosivi perché ci troviamo in un'area astronomica e il brillamento influenzerebbe il funzionamento dei 66 telescopi dell'Atacama Large Millimeter Array (ALMA), che sono a meno di dieci chilometri di distanza. Quindi, utilizziamo la tecnologia di brillamento al plasma. Il PowerROC esegue un foro di 51 millimetri fino a due metri nella roccia e quindi l'acqua viene iniettata nel foro. Quando viene applicata una carica elettrica pulsata, la roccia viene frantumata in piccoli pezzi".

 

Qual è stata la tua esperienza con il PowerROC?

"La macchina lavora in montagna da circa due mesi. Ha funzionato molto bene, meglio di quanto ci aspettassimo, quindi siamo molto soddisfatti della funzionalità che l'apparecchiatura ha mostrato nel progetto. Di notte, le temperature possono scendere a quindici - venti gradi Celsius sotto la soglia di congelamento, il che può causare il congelamento dei fluidi idraulici e del combustibile e rendere l'avviamento dell'attrezzatura al mattino molto difficile. Tuttavia, con il PowerROC, non abbiamo avuto assolutamente problemi con il congelamento dei fluidi o l'avvio al mattino. Né la macchina ha perso pressione quando ha lavorato in altitudine."

 

C'è qualcosa che vorresti migliorare?

"Forse il braccio potrebbe essere più lungo o più flessibile, il che aiuterebbe con il terreno complesso che si trova sulla montagna."

[In Cile]

La strada per il Tokyo Atacama Observatory, che sarà costruito sul Monte Chajnantor nel nord del Cile, deve essere larga e liscia abbastanza da portare uno specchio impeccabile di sette metri di diametro.

PowerROC T25 DC

Vantaggi principali:

  • Potenza e velocità di penetrazione elevate
  • Controllo diretto idraulico semplice
  • Eccezionale manovrabilità, anche su terreni accidentati
  • Un numero minore di componenti elettrici per un'affidabilità maggiore

Metodo di perforazione: martello fuori foro
Diametro foro: 51 mm–89 mm
Profondità massima del foro: 18,3 metri

Internazionale Ingegneria civile PowerROC T25 DC Divisione Surface and Exploration Drilling Testimonianze dei clienti 2020