Your browser is not supported anymore.

We suggest changing from Internet Explorer to another option. The Internet Explorer browser is no longer supported by Microsoft. Please install or upgrade one of the browsers below.

Operator in front of Christensen CT20

Perforazioni nel cuore della Serbia

22 aprile 2022

Uno dei principali appaltatori di carotaggio della regione sfida le formazioni geologiche più estreme con Epiroc

Geomag DOO, uno dei migliori esperti in perforazione esplorativa dei Balcani, ha trascorso un anno molto impegnativo fornendo alle principali società minerarie campioni di carotaggio di alta qualità effettuando perforazioni nel cuore della Serbia. La chiave del suo successo consiste nella sua capacità di affrontare il carotaggio di grandi dimensioni a elevate profondità e in condizioni geologiche estreme.
Operating Christensen Ct20

Ivan Rakić, Executive Director e Project Manager, Geomag DOO

Le condizioni geologiche della miniera di rame di Čukaru Peki nei pressi di Bor nella Serbia orientale non sono esattamente ideali per le attività di perforazione esplorativa. Il terreno è costituito da formazioni complesse, per lo più andesite e quarzo, miste a vari tipi di argilla e sabbia, attraversate da fratture e faglie.

 

Inoltre il materiale è duro - tra 7 e 9 sulla scala di Mohs - e notoriamente poroso, soprattutto nei fori profondi più di 2.000 m. Tutto ciò rende la perforazione esplorativa un compito arduo, ma non per Geomag DOO.


Questa società, che è uno dei principali appaltatori di carotaggio della regione, dimostra che le condizioni estreme possono essere superate se ci si avvale delle attrezzature e della tecnologia adeguate.

 

Geomag, con sede a Belgrado, conta circa 80 dipendenti, una flotta di 10 carri di perforazione e attività in tutto il paese. Inoltre annovera tra i suoi clienti alcune delle più grandi società minerarie al mondo come Rio Tinto e ZiJin. 

Maggiore potenza di perforazione

Da diversi anni la società utilizza i carri di perforazione esplorativa Christensen CS14 di Epiroc e, più di recente, ha aggiunto alla sua flotta il più grande e avanzato Christensen CT20 di Epiroc.

 

Da quando è entrata in funzione nel 2017, questa unità ha lavorato tutto l'anno e sempre nei siti di Čukaru Peki e nella zona di Bor. Ad oggi ha effettuato carotaggi per un totale di circa 30.000 metri e attualmente la media è di 50 m al giorno, con tre operatori che ruotano su due turni ogni 24 ore che perforano una gamma di fori che va dagli 800 ai 1.400 metri.


Ivan Rakić, Executive Director e Project Manager per i programmi di perforazione in profondità, spiega perché la società utilizza Christensen CT20 di Epiroc.

 

"Avevamo bisogno di un altro carro di perforazione per fori profondi per progetti futuri e volevamo anche essere più competitivi sul mercato. Ma volevamo soprattutto un carro che avesse una potenza di estrazione e perforazione tale da poter affrontare le difficili condizioni in cui stiamo lavorando."

Ivan Rakić ,Executive Director e Project Manager, Geomag DOO
Geomag using Christensen CT 20

Un'altra ragione, continua, è stato che la società è rimasta colpita dalle capacità trasversali dei carri di perforazione Christensen CS14 di Epiroc.

 

"Abbiamo cinque carri Christensen CS14 e li utilizziamo sempre", aggiunge Ivan Rakić. "Sono macchine di piccole dimensioni ma robuste e possono svolgere la maggior parte delle attività, dalla perforazione geotecnica ai fori di esplorazione che possono raggiungere i milleduecento metri di profondità.

 

"Il più grande Christensen CT20 può perforare fino a nove metri. È molto silenzioso e questo è stato il primo fattore che abbiamo notato che è positivo per l'ambiente di lavoro, e il wireline è semplice monitorare. La funzione di avvolgimento dell'argano wireline funziona benissimo, in quanto aiuta a posizionare il cavo uniformemente sul tamburo e a imitare l'usura." 

Nei progetti con fori poco profondi (fino a 1.000 m), una squadra di perforazione meno esperta è in grado di gestire con facilità e precisione il Christensen CT20 di Epiroc, dato che il sistema di base è molto simile a quello del Christensen CS14 di Epiroc. Tuttavia, su progetti con fori profondi (1.500 - 2.300 m) verranno impiegate squadre di perforazione più esperte. Il modello di Geomag è anche certificato CE.


Un'altra importante motivazione che ha convinto a scegliere la tecnologia Epiroc, afferma Rakić, è stato lo stretto rapporto con "l'ottimo team di assistenza e manutenzione" organizzato da Epiroc a Bor.

Christensen CT20 in Serbia landscape

Carotaggio a 2.300 metri? Nessun problema

La società perfora tutti i diametri - PQ, HQ, NQ - e utilizza aste SQ per tubi di rivestimento. Il foro più profondo ottenuto negli anni ha una profondità di 2.300 m.

 

In generale Geomag impiega circa un mese per completare un foro profondo 1.000 metri, compreso il monitoraggio della deviazione (utilizzando una fotocamera Axis ChampGyro), la sostituzione di aste e tubi di rivestimento e la cementazione del foro. I fori più profondi, di circa 2.000 metri, richiedono generalmente circa tre mesi per essere completati.

 

Così conclude Rakić: "Più profondo è il foro, più problematiche dobbiamo fronteggiare. Ma, allo stesso tempo, sappiamo di poter avere successo e questo ci rende orgogliosi di lavorare a questi progetti."

Internazionale 2022 Christensen CT20 Divisione Surface and Exploration Drilling Christensen CT14 Testimonianze dei clienti